50 anni doc.

La qualità su carta.

L’uso della macchina Rapida 106 nel  formato 74 x 106 a sei colori con torre di verniciatura - un impianto stampa ad elevata dotazione tecnologica che racchiude in sé le caratteristiche di ottimi tempi di avviamento accanto a finiture di alta qualità – consente un’elevata flessibilità per una vasta gamma di nobilitazioni a effetto: dalla brillantezza superiore della vernice UV fino agli effetti opachi ibridi.

All’alta definizione tecnologica la Poligrafica Mancini affianca tutt’ora la lavorazione artigianale riservata alla laminatura a caldo, il rilievo a secco e la fustellatura su forme curve e irregolari. Con la cura e la precisione riservata ai prodotti più pregiati, la Poligrafica Mancini riesce a soddisfare, in nome della qualità, qualsiasi esigenza.

poligraficamancini.indd

18-09-2009  23:45:08

Dagli antichi scriptoria alla nascita delle prime tipografie trascorsero secoli di silenziosa rivoluzione che portarono alla diffusione del sapere e ad una vera e propria rivoluzione culturale nella storia. In pochi recenti decenni, l’incalzante rivoluzione tecnologica ha modificato il concetto di qualità della stampa, riducendo l’uso di attrezzature artigianali a favore di macchine ad alta concentrazione tecnologica.

Lavorava artigianalmente agli inizi della sua carriera Gabriele Mancini, fondatore della Poligrafica Mancini, quando da ragazzo di bottega operava nella più antica tipografia di Pescara imparando il mestiere. Dalla composizione a mano, alle prime tipografiche meccanizzate, nel 1958 Gabriele acquistò la sua prima pedalina avviando in proprio una piccola attività cui si aggiunsero poco dopo i fratelli Franco e Nicola.

La tecnologia era il chiodo fisso dei fratelli Mancini che ben presto tirarono su un’impresa affermata soprattutto per la qualità del colore e le stampe di pregio. Il 1987 fu l’anno della svolta, con l’apertura di un grande capannone nell’area industriale di Sambuceto, in piena zona metropolitana e a pochi passi dalle principali arterie di comunicazione della regione.

Oggi la squadra vincente è rinforzata dalla seconda generazione dei Mancini, i cugini Virgilio, Alessio e Fabrizio che proseguono l’attività di famiglia con la dedizione e la qualità di sempre.

Il rinnovamento costante delle attrezzature negli corso degli anni da sempre consente alla Poligrafica Mancini di essere all’avanguardia nelle tecniche di lavorazione e di mantenere sempre al massimo la propria posizione sul mercato.